Avete mai sentito parlare di Art Hotel?

Si tratta di un termine che si utilizza per definire gli alberghi artistici, ossia quelle strutture in un cui gli spazi vengono caratterizzati da espressioni artistiche legate a vari stili, oppure arredate di complementi e suppellettili originali, che forniscono ai clienti uno stimolo globale rispetto alle opere di artisti o alle creazioni artigianali di una determinata area geografica. In questi hotel, gli spazi, le stanze, persino dettagli dell’arredamento sono destinati a fornire un messaggio comunicativo, una sorta di concept che accompagna il visitatore lungo tutto il suo soggiorno: a volte può essere un tema, altre volte una determinata corrente artistica riferita ad un autore o ad un periodo storico.

Come sono strutturati gli Art Hotel?

Si tratta di alberghi molto diversi da quelli tradizionali, perché differente ne è la filosofia di fondo: dove gli ambienti sono comodi e funzionali, per consentire di ridurre al minimo lo spazio vitale dei turisti o, viceversa, per sommergerli nel lusso più sfrenato, qui, invece, niente è lasciato al caso. Qui è la stessa struttura a diventare protagonista, attraverso le evocazioni visive presenti in ogni angolo, dai quadri nelle aree comuni, agli inserti presenti nelle stanze.

Un avvertenza: non pensiate che la componente artistica sia l’unica caratteristica di questi hotel. Infatti, la gran parte di essi è costituita da strutture di lusso, o, comunque, in grado di offrire i più confortevoli servizi. In questo modo, la visione estatica comunica con l’accoglienza tipica di un albergo, per un soggiorno all’insegna della cultura, ma anche del relax.

L’ispirazione degli Art Hotel è quella di una vera e propria galleria d’arte: per questo motivo, se siete esperti e appassionati di tutto ciò che riguarda le arti (visive o meno), non potete lasciarvi sfuggire l’occasione di soggiornare in una pinacoteca vivente, dove le hall o le stesse stanze dove dormirete sono arricchite da quadri, sculture o installazioni contemporanee.

Alcuni Art Hotel fondano la propria filosofia sulla contraddizione stilistica: siti in edifici storici, dotati di architetture classiche e tradizionali, nascondono all’interno delle gallerie contemporanee, dove le forme roboanti e i colori accesi padroneggiano in ambienti minimali e cool. Altri, invece, forniscono agli ospiti una perfetta ricostruzione storica di gusti architettonici e arredi, calando l’esperienza del soggiorno in quella di una dimora reale; scale barocche, lampadari dorati, specchi ornati, tessuti pregiati, lacche e vasi d’epoca inscenano ambienti Ancien Régime, dove potervi sentire come nobili di altri tempi.
Di tutt’altra ispirazione sono, invece, quelle strutture che fanno non tanto dell’arredamento, quanto delle opere custodite all’interno il fulcro della propria visione artistica. Qui l’ospite può ammirare collezioni permanenti o itineranti, allestite all’interno delle stanze o degli spazi comuni, in grado di far vivere l’esperienza di star visitando una galleria moderna a New York o un museo di Parigi.

Emozioni senz’altro da sogno, per chi adora l’arte: se avete in mente un viaggio alla scoperta delle testimonianze artistiche di un determinato luogo, allora queste strutture sfameranno la vostra fame di conoscenza anche mentre andate a dormire o vi sedete al tavolo del bar per ordinare il vostro drink!

A seconda dei vostri gusti, troverete alberghi dallo stile classico e ricchi come pinacoteche e gallerie d’arte; o, viceversa, dirompenti architetture industriali, capaci di circondare l’ospite di originalità e modernità, coniugando soluzioni stilistiche estrose con installazioni di tendenza, provenienti da artisti affermati o ispirate a opere famose, o, infine, realizzate da autori emergenti.

I Music Hotel, un “sottoinsieme” degli Art Hotel

Una variante di questo tipo di alberghi è quella dei Music Hotel: qui l’espressione artistica diventa viva, non più basata sull’impatto visivo offerto dall’architettura, ma contributo vivente creato e plasmato dagli stessi ospiti o dal personale dell’albergo, o, ancora da artisti in tournée e invitati a presenziare ai numerosi eventi, concerti e manifestazioni che spesso vedono protagoniste queste strutture.
La particolarità dei Music Hotel è nella disponibilità di aree comuni in cui poter suonare uno strumento, o nella caratterizzazione delle stanze, ciascuna dedicata ad un particolare genere, ad un musicista.

art hotels

Molti Music Hotel sono dotati di camere insonorizzate: in questo modo, gli ospiti potranno dedicarsi alla loro passione musicale già all’interno delle proprie camere. Altri invece, concentrano l’esperienza artistica in un salone comune, dove i viaggiatori sono invitati a comunicare tra loro le reciproche esperienze artistiche: luoghi in cui suonare, organizzare delle jam sessions, ascoltare gli altri e ascoltarsi, confrontando i rispettivi stili, gusti e preferenze. Anche queste strutture nascono per offrire agli appassionati e ai cultori di musica la possibilità di non rinunciare alla propria passione durante una vacanza. La disponibilità di appositi spazi dove far musica, unita alla naturale creatività che viene a generarsi quando le sensibilità artistiche di persone diverse si confrontano, è l’ingrediente che auto-alimenta il successo dei Music Hotel.

 

Art & Music Hotel: emozionare gli ospiti

Peraltro, Art Hotel e Music Hotel possono coincidere, quando il tema stilistico preso a modello per la struttura è tratto da un brano, da una corrente musicale, da un musicista classico o, perché no, da un cantante contemporaneo. In questi alberghi, troverete stanze adibite a music-hall o ad arene musicali, arredate con complementi che testimoniano uno stile, una tendenza, dalle serigrafie di cantanti e chitarristi rock ai quadri e alle stampe di compositori viennesi del ‘700. Le scelte cromatiche e di arredo poste a richiamare uno specifico genere musicale, riproducono l’atmosfera di un motivo, di una corrente, di quella sensibilità artistica che, oltre ad essere dentro viene fissata sulle pareti intorno a voi: a cambiare è solo il gusto della proprietà e il tipo di clientela, ma ognuna di queste strutture è unica da scoprire e da vivere.

Lo scopo di queste strutture è quello di emozionare e coinvolgere culturalmente gli ospiti: obiettivi che vengono facilmente conseguiti non solo grazie all’offerta statica, determinata dallo stile dell’arredamento o dalla possibilità di immergersi in ambientazioni affascinanti e stimolanti; ma anche grazie alla classe e al gusto dei gestori, nella maggioranza dei casi a loro volta esperti o appassionati di questa o quell’altra esigenza artistica. E’ in questo modo che questi alberghi sono organismi viventi, costantemente aggiornati e adeguati al cambiamento delle influenze e sempre aperti a nuove istanze, oltre che al contributo di artisti locali e non, la cui presenza all’interno di mostre, concerti o altri eventi appositamente organizzati potrà arricchire ulteriormente l’esperienza artistica che potrete assaporare negli Art e Music Hotel.

Quindi, se non vedete l’ora di dormire in un luogo circondato da ricordi e testimonianze del vostro artista preferito, o se l’idea di poter esprimere il vostro gusto musicale insieme ad amici, familiari oppure con gli ospiti conosciuti in albergo, la soluzione degli Art Hotel e dei Music Hotel è decisamente l’opzione da prendere in considerazione!

Art Hotel & Music Hotel: immersi in arte di ogni genere
5 (100%) 1 vote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here